Servizio a domicilio - Croce Rossa

photo6005717718948491846

 
Cimitero Comunale

Con Ordinanza Sindacale n.3 del 12.03.2020 è stato chiuso il Cimitero Comunale, sino al 25 marzo incluso.

 
EMERGENZA CORONAVIRUS 10.03.2020

Di seguito i link per scaricare:

- le linee guida per il contenimento del contagio da COVID 19 (coronavirus) nel territorio comunale;

 

- il modulo per l'auto-dichiarazione per gli spostamenti fuori e all'interno del territorio comunale aggiornato al 23.03.2020

 

 
SERVIZI DIGITALI GRATUITI PER CITTADINI ED IMPRESE

Imprese e associazioni hanno messo e metteranno a disposizione servizi digitali gratuiti. Tim, Wind, Vodafone, La Repubblica, Il Corriere, ma sistemi di E-learning e tanto altro per superare questo momento di crisi.

A questo Link tutte le informazioni per aderire: https://solidarietadigitale.agid.gov.it/#/

 

Solidarietà digitale è l’iniziativa del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, con supporto tecnico dell’Agenzia per l’Italia Digitale, per ridurre l’impatto sociale ed economico del Coronavirus grazie a soluzioni e servizi innovativi.


Le iniziative, i servizi e le soluzioni disponibili hanno il comune obiettivo di migliorare la vita delle persone che in questo momento si vedono costrette a cambiare le loro abitudini permettendo di:

- lavorare da remoto, attraverso connettività rapida e gratuita e l’utilizzo di piattaforme di smart working avanzate;

- leggere gratuitamente un giornale anche senza andare in edicola o un libro senza andare in libreria sul proprio smartphone o tablet;

- restare al passo con i percorsi scolastici e di formazione, grazie a piattaforme di e-learning.

 

Scopri i servizi e le soluzioni innovative cui puoi accedere grazie all’iniziativa di solidarietà digitale del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione.

Resta a casa. Prima ci fermiamo e prima ripartiamo

 
EMERGENZA CORONAVIRUS COVID-19

 

Chiunque a partire dal 25 febbraio abbia soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, o sia transitato e abbia sostato nei territori della Regione Lombardia e dalle province di Province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini; Pesaro e Urbino; Venezia, Padova, Treviso; Asti e Alessandria

1. DEVE COMUNICARE tale circostanza

· al comune: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

·al dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

· al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta

2. Registrarsi presso il sito web www.costruiresalute.it

3.Obbligo di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni dall’arrivo con divieto di contatti sociali, di osservare il divieto di spostamento e di viaggi, di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività̀ di sorveglianza.

LA MANCATA OSSERVANZA DI QUESTI OBBLIGHI COMPORTERÀ LE CONSEGUENZE SANZIONATORIE PREVISTE DALL’ART.650 DEL CODICE PENALE SE IL FATTO NON COSTITUISCE REATO PIÙ GRAVE.

PER ULTERIORI CHIARIMENTI È POSSIBILE CONTATTARE IL NUMERO VERDE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DELLA PROTEZIONE CIVILE: 800.45.87.87.

IL SINDACO

 

 

 
Avviso Emergenza Coronavirus

IL SINDACO

• Visto il Decreto Legge n. 6 del 23.02.2020 “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19” CORONAVIRUS;

• Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° marzo 2020 ulteriori disposizioni attuative del Decreto legge n.6 del 23.02.2020 “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19” CORONAVIRUS;

• Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020 ulteriori disposizioni attuative del Decreto legge ln.6 del 23.02.2020 “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19” CORONAVIRUS;

• Considerate le misure di prevenzione adottate per tutto il territorio nazionale quali: la chiusura di Scuole, Università̀ e limitazioni delle Attività produttive in genere;

• Atteso che il contenimento della diffusione del virus dipende da una corretta informazione, da buone prassi igieniche e da semplici stili di comportamento corretti;

INVITA

1. Tutti i cittadini, le Associazioni e i Circoli, la Parrocchia, Attività commerciali ed ulteriori strutture private, ad attenersi a quanto stabilito dai Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri e dalle Ordinanze del Presidente della Regione:

• A dare massima diffusione alle 10 misure igienico - sanitarie previste dall’allegato 1 del DPCM 4 marzo 2020;

• Ad esporre le predette informazioni presso gli ambienti aperti al pubblico;

• A promuovere la diffusione delle medesime informazioni sulle misure di prevenzione igienico- sanitarie.

2. Tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, ad evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, di cui all’allegato 1, lettera d);


Ai sensi del DPCM 4 marzo 2020 è altresì

FATTO OBBLIGO

1. A tutti coloro che a partire dal quattordicesimo giorno antecedente la data di pubblicazione del DPCM 4 marzo 2020, abbiano fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, o siano transitati o abbiano sostato nei comuni di cui all’allegato 1 (ZONA ROSSA) al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni, devono comunicare tale circostanza al dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio nonché́ al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta. Le modalità̀ di trasmissione dei dati ai servizi di sanità pubblica sono definite dalle regioni con apposito provvedimento, che indica i riferimenti dei nominativi e dei contatti dei medici di sanità pubblica; ove contattati tramite il numero unico dell’emergenza 112 o il numero verde appositamente istituito dalla regione, gli operatori delle centrali comunicano generalità̀ e recapiti per la trasmissione ai servizi di sanità pubblica territorialmente competenti.

2. Nel rispetto del DPMC del 4 marzo 2020, “Sospendere tutte le manifestazioni, eventi e spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico che privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro di cui all’allegato 1, lettera D del DPCM.”

Fermo restando tutte le altre disposizioni previste dal DPCM 4 marzo 2020 e precedenti, certo della Vostra collaborazione, fondamentale per gestire al meglio la fase di prevenzione, Vi ringrazia per il senso di responsabilità̀ che saprete manifestare nell’interesse della Comunità̀ tutta.

 

A seguire le seguenti misure igienico-sanitarie nel rispetto dell’Allegato 1 del DPCM:

1. Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

2. Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute e comunque evitare abbracci, strette di mano e contatti fisici diretti con ogni persona;

3. Igiene respiratoria (starnutire o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);

4. Mantenere in ogni contatto sociale una distanza interpersonale di almeno un metro;

5. Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, anche durante l’attività sportiva;

6. Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

7. Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

8. Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

9. Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

10. Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malato o si assiste persone malate.

 
AVVISO

 

IL SINDACO

Comunica a tutta la cittadinanza

- che alla data odierna nessun cittadino di Montedoro e dell’intera Provincia di Caltanissetta risulta contagiato dal virus cosiddetto COVID-19 (coronavirus);

- che l’ASP di Caltanissetta è già organizzata per affrontare con la massima attenzione il problema ed è pronta ad intervenire qualora si verificasse anche un solo caso di contagio o nell'evenienza che qualche cittadino ritenesse avere sintomi;

- che la Prefettura di Caltanissetta sta monitorando e coordinando la situazione dell’intera Provincia.

INVITA

- tutta la cittadinanza alla massima collaborazione e a non creare allarmismi, attese le procedure sanitarie già in atto predisposte dagli Organi Sanitari, precisando che il presente comunicato è meramente a scopo precauzionale e a tutela della salute pubblica;

- tutte le persone che sono interessate da spostamenti da e per le zone della Lombardia, Veneto e del Piemonte, o di altre zone che potrebbero essere coinvolte in questo momento dal focolaio di diffusione del cosiddetto COVID-19 (coronavirus) a:

· osservare le indicazioni di prevenzione in materia;

· contattare il proprio Medico di famiglia;

· contattare il numero verde nazionale 1500

· contattare il numero unico di emergenza 112 per una prima valutazione del proprio stato di salute.

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2